Arte-Cultura

Itinerario artistico nelle Marche tra Lotto e Sgarbi

aDi questo nostro straordinario Paese ricco di angoli splendidi e di una cultura millenaria che incontra una natura unica, la regione Marche può esserne quasi la sintesi e il simbolo, in pratica una “Piccola Italia in miniatura” come definita da Vittorio Sgarbi che ha presentato recentemente la mostra Lotto, Artemisia, Guercino: le stanze segrete di Vittorio Sgarbi. Questa è organizzata ad Osimo dal 18 marzo al 30 ottobre 2016 e fa da specchio alla pittura marchigiana grazie al contributo importante lasciato in eredità da Lorenzo Lotto, Andrea Lilio, il Sassoferato, Pier Leone Ghezzi e Francesco Podesti.

Molte sono le differenze tra le popolazioni dell’entroterra e quelle della costa, ma una caratteristica comune è lo spirito di accoglienza profondamente sentito per cui il viandante in passato tanto come il turista di oggi hanno la sensazione di essere amici, quasi familiari e mai solo ospiti.

Leggi tutto: Itinerario artistico nelle Marche tra Lotto e Sgarbi

“Terre di Piero della Francesca”: viaggio in Umbria, Marche, Toscana, Emilia-Romagna

aSei comuni di quattro regioni diverse, 11 dipinti, oltre 2.000 strutture ricettive. E ancora enogastronomia, artigianato, natura, per un viaggio tra le più importanti signorie del ‘400 di Umbria, Toscana, Emilia Romagna e Marche, con il prodotto turistico “Terre di Piero – Sulle tracce del maestro itinerante – Piero della Francesca”, dedicato al maestro quattrocentesco della prospettiva pittorica e che vede coinvolte, per la prima volta, queste regioni che l’artista toscano frequentò e che ospitano i suoi capolavori (http://www.terredipiero.it).

Leggi tutto: “Terre di Piero della Francesca”: viaggio in Umbria, Marche, Toscana, Emilia-Romagna

I 40 anni di Artefiera: eventi in tutta la città

aArte Fiera a Bologna festeggia la sua 40ma edizione dal 29 gennaio al 1° febbraio 2016 con 222 espositori totali, di cui 190 Gallerie d’arte moderna e contemporanea, a conferma della crescita e dell’importanza internazionale della Fiera come la più grande esposizione di arte italiana moderna e contemporanea. L’anniversario arriva in un momento molto particolare, nel periodo cioè di massima esposizione internazionale della grande arte italiana. Su questa ondata, a BolognaFiere, viene aperto anche un nuovo padiglione, il numero 32 dedicato alla sezione fotografica e ai Solo show, mentre i padiglioni 25 e 26 continueranno ad ospitare la Main Section dedicata all’arte moderna e contemporanea.

Leggi tutto: I 40 anni di Artefiera: eventi in tutta la città

Flavio Bertelli: armoniose visioni di natura

a

L’Associazione Bologna per le Arti, dopo diciassette anni di intensa e notoria attività di promozione delle arti figurative, e per questo premiata con due Medaglie dal Presidente della Repubblica, giunge quest’anno alla sua dodicesima retrospettiva. Dal 13 dicembre 2015 al 10 febbraio 2016, il Palazzo D’Accursio di Bologna, aprirà le porte della Sala Ercole per ospitare la mostra, in collaborazione con il Comune di Bologna e curata da Stella Ingino, che renderà omaggio al pittore felsineo Flavio Bertelli (San Lazzaro di Savena 1865 - Rimini 1941).

Figlio del celebre Luigi Bertelli, Flavio frequenta lo studio di Telemaco Signorini a Firenze e conosce, durante uno dei soggiorni tra Milano e Torino, Vittore Grubicy de Dragon. Ammaliato dalle teorie del divisionismo, Bertelli trae ispirazione per la composizione delle sue tele, affermandosi come l’unico artista divisionista sulla scena bolognese, insieme ad Alessandro Scorzoni. Le sue difficili condizioni di vita non hanno mai intaccato la lievità ed il sentimentalismo romantico delle sue opere, che, attraverso un’armoniosa stesura del colore  e  un’attenta  ricerca  degli  effetti  di  luce,  si  presentano  come  delle  “visioni” di paesaggio scevre di qualsiasi riferimento sociale o politico. I suoi dipinti sono rielaborazioni della sua personale percezione della natura, in un’equilibrata sintesi emotiva tra simbolismo e naturalismo. Con le parole di Nino Bertocchi, artista e critico, possiamo affermare che “nelle ore di lavoro ispirato, Bertelli ha detto qualche parola di poesia vera”.

aLa retrospettiva di Flavio Bertelli, composta da oltre settanta opere del pittore provenienti dalla Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna, dal MAMbo - Museo d’Arte Moderna di Bologna e da collezioni private, è patrocinata dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, dalla Regione Emilia Romagna, dal Comune di Bologna e dall’Accademia di Belle Arti di Bologna.In contemporanea all’esposizione artistica, si svolgerà, a partire da gennaio, la sesta edizione dei “Dialoghi Culturali a Palazzo D’Accursio”, una serie di conferenze tenute da importanti personalità nell’ambito della cultura bolognese, tra cui docenti, critici d’arte e curatori, ospitati, anche quest’anno, nella Cappella Farnese di Palazzo D’Accursio.

Info : tel. +39 051 582352,  www.bolognaperlearti.altervista.org

All’origine del Made in Italy. Pittura, Popart, lusso e il sacro nell’età dell’Umanesimo

a

Domenica 13 Dicembre, alle ore 17:00, la città di Bologna apre le porte della Sala del Baraccano dedicata al professor Marco Biagi, in occasione dell’evento chiamato “All’ origine del Made in Italy”. Pittura, Pop art, lusso e il sacro nell’età dell’Umanesimo. Una rappresentazione breve e ritmata, che sotto l’egida di Ilaria Giorgetti, presidente del quartiere Santo Stefano, rientra nel ciclo dei “Libri Parlanti” dell’omonimo quartiere bolognese e si dispiega in onore dell’arte, della storia, della moda, attraverso le note musicali di Willy Amadori.

Leggi tutto: All’origine del Made in Italy. Pittura, Popart, lusso e il sacro nell’età dell’Umanesimo

Pagina 5 di 8

Leggi online il nuovo web, ricco di notizie: con un click sei nel mondo dell'Ospitalità!

a

 

 

ok

 

 

 

 

 

 

cs

 

c

 

 

Joomla templates by Joomlashine