Arte-Cultura

Il genio dell'olandese Escher in mostra a Palazzo Albergati a Bologna

Dal 12 marzo Bologna e l’Italia avranno una nuova e prestigiosa sede espositiva: Palazzo Albergati.
Nel capoluogo emiliano si respira aria di novità e di futuro e si scommette sul turismo culturale. 
Lo splendido edificio cinquecentesco, nel cuore del centro storico bolognese, diventa un importante e moderno contenitore di mostre d’arte destinate al grande pubblico nazionale ed internazionale, ed apre le sue porte con la mostra di Escher, che a Roma ha battuto ogni record di visitatori. A credere nell’impresa e a investire è Arthemisia Group, società leader in Italia e all’estero per la produzione di grandi mostre d’arte, artefice di tutte le esposizioni di maggior successo degli ultimi anni, incluse le recentissime Chagall e Van Gogh a Palazzo Reale a Milano, che hanno fatto scrivere ai maggiori media italiani che puntare sulla cultura e sul turismo è una carta vincente e che, nonostante la crisi, le esposizioni sono sempre più visitate da italiani e stranieri.

Leggi tutto: Il genio dell'olandese Escher in mostra a Palazzo Albergati a Bologna

A Bologna antologica di Eugenio Amadori: paesaggi, violini, marine e caricature

a

Si apre a Bologna il 7 febbraio (ore 17) un'ampia retrospettiva sulla pittura di Eugenio Amadori, musicista e pittore, romagnolo di nascita ma bolognese di adozione, scomparso nel 2001. La mostra presenta una carrellata dei temi più cari all’artista, il suo mondo pittorico è quello delle sue emozioni: al centro dell’attenzione egli pone le figure, i paesaggi, i violini, le marine, le nature morte. Abile nel disegno ma anche scultore, disegnatore, eccellente caricaturista di personaggi, specie di musicisti e grandi interpreti, parte importante del suo mondo musicale, Amadori ha avuto il dono di una vena inesauribile, che la sua sensibilità ha saputo sfruttare in tutte le tecniche dell’arte. 

Leggi tutto: A Bologna antologica di Eugenio Amadori: paesaggi, violini, marine e caricature

Incontro con un personaggio della psicologia: Maria Rita Parsi

kI “libri parlanti”, i pomeriggi culturali al Quartiere Santo Stefano di Bologna, presentano nell’occasione autunnale dell’ultimo stralcio delle eccellenti performance, organizzate da Ilaria Giorgetti (Presidente del Quartiere) con Massimo Deyla, noto personaggio del marketing e della cultura.

Vi illustriamo brevemente non solo chi è la più famosa psicoterapeuta e psico animatrice Maria Rita Parsi, personaggio che nel suo percorso professionale ha lavorato come docente, psicopedagogista e psicoterapeuta; la sua formazione è avvenuta a contatto con grandi maestri della sociologia, della pedagogia, della antropologia, della psicologia, della neuropsichiatria infantile, della psicanalisi, della sessuologia, della psicoterapia, quanto in particolare la presentazione di sabato 15 novembre alle ore 17.00 nella sala conferenze dedicata al Prof. Marco Biagi al Quartiere Santo Stefano nel palazzo del Baraccano. Sempre Ilaria Giorgetti e Massimo Deyla, con il giornalista Giulio Biasion saranno i presentatori e intrattenitori della prima parte in attesa di dare la parola a Maria Rita Parsi.  

Leggi tutto: Incontro con un personaggio della psicologia: Maria Rita Parsi

Un'antologica di Renzo Biasion, pittore di parole e scrittore di immagini

bSabato 6 settembre 2014, al Museo MAGI '900 di Pieve di Cento (BO), si è inaugurata la mostra retrospettiva del pittore Renzo Biasion "Interni - Esterni", che rimarrà aperta al pubblico fino al prossimo 12 ottobre. A 100 anni dalla nascita dell'artista, la mostra antologica a cura di Valeria Tassinari presenta ottanta dipinti a olio realizzati da Renzo Biasion dagli anni Quaranta agli anni Ottanta, con i suoi temi più noti: interni, notti, paesaggi e periferie. Pittore, incisore, critico d’arte e scrittore, Renzo Biasion è molto noto per il suo romanzo Sagapò, che in greco significa 'ti amo', ripubblicato ora da Einaudi proprio per celebrare il centenario della nascita dell’autore, trevigiano di nascita ma di famiglia veneziana. A questo romanzo, che Anna Magnani non riuscì a portare sullo schermo per varie cause, si è ispirato il regista Gabriele Salvatores ed il suo sceneggiatore per il film Mediterraneo, vincitore di un premio Oscar.

Leggi tutto: Un'antologica di Renzo Biasion, pittore di parole e scrittore di immagini

Un romanzo d'amore e di emozioni in terra d'Istria

bNel ciclo di eventi presso il Grand Hotel Presolana, a Castione Presolana, il prossimo 2 agosto verrà presentato questo libro alla presenza dell'autrice Liliana Martissa Mengoli, con Massimo Deyla in qualità di intervistatore. E’ il racconto, questo, di fatti che vanno segnati sul calendario dei romanzi che non si dimenticano. Per certi eventi il tempo non passa in questo romanzo d’amore, di lotte, di sentimenti profondi, di romanticismo e di emozioni, di sentimento e sensualità. Resta immutato come se si appellasse presente. Due giovani e belle protagoniste, Beatrice e Alessandra, si innamorano, entrambe, di uno straniero in terra d’Istria.  Non si tratta di un convitato di pietra, un nemico invece al quale si abbandonano per il fascino che uno sconosciuto sa indurre.

Tutto ciò nel palcoscenico della storia di conflitti noti, ma fra le quinte di sentimenti privati. Il telone di fondo mette in mostra Trieste, Capodistria, Pola, in anni che sono distanti fra loro ma sembrano vicini, dall’Austria “felix” all’Italia ritrovata e perduta. Per l’autrice – bolognese di adozione – l’amore non si fa condizionare dal tempo, fino a quando il delinearsi dei confini accade per mano delle milizie di Tito: inesorabilmente inizia la fuga delle genti per l’esodo. Donne che restano vive fra le radici di una “Borghesia Bella”.

Leggi tutto: Un romanzo d'amore e di emozioni in terra d'Istria

Pagina 8 di 8

Leggi online le news sul web: con un click sei nel mondo dell'Ospitalità! 

a

 

 s

 

 

ok

 

 

 

 

 

 

cs

 

c

 

 

Joomla templates by Joomlashine