Itinerari nel ternano tra natura, percorsi medioevali e cascate

aValorizzare il territorio è quanto si propone di fare il Gal (Gruppo di azione locale) Ternano presentando quanto di meglio c’è in questo territorio.

Siamo in Umbria nel cuore verde dell’Italia. Si parte da Guardea. Qui oltre il bellissimo Castello, risalente all’anno mille, su di una rocca bizantina preesistente, c’è un mosaico famoso poiché raccoglie pietre provenienti da posti insoliti del mondo testimoniando un pensiero di pace per l’umanità.

La vera chicca è la cittadina medievale di Narni, così legata alle sue tradizioni (come la tradizionale corsa all’anello, la cui rievocazione dura ben 18 giorni da fine aprile ad inizio maggio) al suo passato medievale con i suoi vicoli ed il centro storico che narra la  sue origini.

 

Una visita la merita Narni sotterranea. Tante sono le città che hanno la possibilità di una visita nel sottosuolo, alla riscoperta di acquedotti, cisterne, cripte, cunicoli e celle, in luoghi dove il tempo sembra essersi fermato. È qui che si possono ammirare tesori e bellezze che non ci saremmo mai aspettati di vedere.

A  Narni c’è una città nella città. Possiamo ammirare profonde cisterne, dove i romani conservavano l’acqua e la facevano scorrere in serpeggianti acquedotti, quando i Longobardi combattevano  contro i Bizantini e costruivano cappelle ipogee con bellissimi affreschi.

Oggi accedendo alla visita di Narni sotterranea  si possono ammirare scorci di affreschi ipogei ed una cisterna romana, perfettamente conservata.

Interessante è ascoltare dalla guida esperta la storia di due condannati al tempo dell’inquisizione e rinchiusi nelle segrete tra il finire del 700 e fino alla metà del 800, poco prima dell’Unità d’Italia. In una stanza è stato riprodotto l’ambiente, in cui i Domenicani rinchiudevano i condannati, colpevoli di eresia e questa viene infatti ricordata come la stanza dell’Inquisizione.

Le visite si possono effettuare su prenotazioni (per info:www.narnisotterranea.it)

E prima di lasciare questi luoghi una sosta è d’obbligo alla Cascata delle Marmore, la più alta d’Europa con ben 165 metri di altezza ed una portata di 15 mila litri al secondo.

Leggi online le news sul web: con un click sei nel mondo dell'Ospitalità! 

a

 

 s

 

 

ok

 

 

 

 

 

 

cs

 

c

 

 

Joomla templates by Joomlashine