Buon trend di crescita per il turismo della Riviera in Emilia Romagna

aSorride il turismo della Riviera dell'Emilia Romagna nei primi nove mesi del 2016 con arrivi e presenze aumentate dell’1,3% e dell’1,2%, dopo un 2015 da incorniciare con circa 8,8 milioni di arrivi (+5,1%) e oltre 46 milioni di presenze (+3,2% rispetto al 2014). Da gennaio a settembre, secondo i dati dell’Osservatorio sul Turismo di Unioncamere Emilia Romagna elaborato da Trademark Italia, gli arrivi complessivi sono stati 5 milioni e 932mila e 37milioni e 512mila le presenze, con italiani e stranieri in crescita. La clientela italiana ha fatto registrare 4milioni e 659mila arrivi (+1,2%) e 28milioni e 605mila presenze (+1,1%), mentre gli arrivi stranieri hanno raggiunto quota un milione e 273mila (+2%) per 8milioni e 907mila presenze (+1,6%).

Buono l’andamento in Riviera del mese di settembre, con arrivi aumentati del 5,2% (+4,4% gli italiani e +6,7% gli stranieri) e presenze in crescita del 2,6% (+1,8% gli italiani e +4,3% gli stranieri). Questi dati confermano poi il trend positivo emerso fino ad agosto, con il +1% di arrivi ed il +1,1% delle presenze.

In particolare va sottolineata in Riviera la crescita dei turisti esteri che “pesano” per il 40% nei Lidi di Comacchio, il 26% nei Lidi di Ravenna e il 23% nella Riviera di Rimini.

L’Osservatorio Regionale sul Turismo offre poi alcuni utili indicatori sul buon andamento turistico da gennaio a settembre, con particolare riferimento ai mesi estivi.

Per quanto riguarda le spiagge, le valutazioni complessive evidenziano una sostanziale tenuta della domanda e pareggio dei ricavi, grazie anche al buon andamento, non solo dei mesi centrali di luglio e agosto ma anche di settembre.

Sul fronte dei consumi alimentari, a fine settembre si registra una crescita di circa il 6% sia dei volumi che dei fatturati per i consumi di prodotti ittici, carni, surgelati e scatolame, e tra il 4 e 5% del beverage. Mentre Enel segnala un aumento del 5,5% dei consumi energetici estivi (in particolare da luglio a settembre), per quanto riguarda acqua e gas le aziende distributrici interpellate dall’Osservatorio registrano un piccolo aumento dei consumi di acqua e consumi di gas stazionari. Rilevante infine la crescita tra gennaio e settembre delle uscite autostradali nei caselli della Riviera: 20 milioni e 673.864 autoveicoli (+4,6% rispetto al 2015).

Buoni risultati della promozione sui mercati di lingua tedesca! Per quanto riguarda l’andamento dei mercati di lingua tedesca (Germania, Austria, Svizzera), durante la stagione estiva 2016 (maggio-settembre) l’Osservatorio sul Turismo rileva un incremento del +1,2% degli arrivi e del +1,5% delle presenze.

aQuesti risultati, ancora migliori rispetto al già molto positivo bilancio del 2015, sono stati raggiunti anche grazie ad un pacchetto di iniziative promozionali sui mercati di lingua tedesca effettuate da APT Servizi in stretta collaborazione con alcune tra le maggiori aziende di trasporto e di servizi in Germania, Svizzera e Austria: Deutsche Bahn, Air Berlin,il portale meteo Wetter.com, la rete televisiva svizzera SRF, il Network Corporate Benefits, oltre alle azioni di promozione online con Google e You Tube sviluppate con i comuni della costa.

In particolare, la nuova tratta ferroviaria Monaco-Rimini attivata da Deutsche Bahn ha registrato da metà giugno a metà settembre oltre 6.000 passeggeri.L’azione congiunta con Air Berlin a sostegno del nuovo volo Düsseldorf-Bologna si è sviluppata anche con il coinvolgimento della catena di negozi di tecnologia Saturn Store diffusa in tutta la Germania (lo spot da 30 secondi sulle città d’arte regionali è stato visto da 2,93 milioni di visitatori).Lo spot di 30 secondi “Emilia Romagna” in regime di co-branding sul più famoso sito di previsioni meteo tedesco Wetter.com, andato in onda dal 5 al 27 marzo sui maggiori canali privati tedeschi (Sat1, Pro7, Kabel1), ha generato 13,7 milioni di contatti.

Lo spot “Ciao Mamma, sono in Romagna”, andato in onda dal 29 febbraio al 20 marzo 2016, sulle tre reti pubbliche SRF1, SRF2 e SRF Info della Svizzera tedesca, ha generato oltre 10 milioni di contatti.

Tra maggio e luglio 2016 l’azione con il Network Corporate Benefits (che riunisce 420 aziende tra i grandi gruppi industriali, manifatturieri e di servizi presenti in Germania, Austria e Svizzera), ha veicolato le offerte di vacanza per famiglie in Romagna tramite una Newsletter inviata  a 1,6 milioni di dipendenti, dei quali circa 14mila hanno poi ricercato sul sito le offerte di vacanze.

La campagna di Web Marketing con Google, effettuata nel periodo 27 febbraio-29 luglio 2016, ha raggiunto circa 100mila visitatori ed ha prodotto 1.300.000 visioni complessive dei video promozionali su You Tube relativi ai comuni della Riviera Romagnola.

L’assessore regionale al Turismo Andrea Corsini afferma: “Più turisti esteri e leader in Italia” ed aggiunge: “L’aumento in nove mesi del due per cento degli arrivi dall’estero è un ottimo segnale rispetto all’obiettivo strategico che ci siamo dati per ampliare la quota di arrivi e presenze internazionali. Siamo altrettanto soddisfatti dei risultati delle azioni messe in campo nei paesi di lingua tedesca, primo anno di iniziative che avranno una durata triennale. Questi dati confermano altresì, con i rilevanti numeri in termini di arrivi e presenze, l’Emilia Romagna come punto di riferimento per le vacanze degli italiani”. “Il risultato dei primi nove mesi del 2016 sulla Riviera dell’Emilia Romagna - dice Corsini - è un risultato molto soddisfacente alla luce delle difficoltà emerse, sia in primavera che nell’avvio della stagione estiva, e questi dati forniscono importanti indicazioni per mettere a punto efficaci strategie promozionali sia in Italia che all’estero”.

Nota metodologica rilevazioni osservatorio sul turismo dell’Emilia Romagna:il movimento turistico nelle strutture ricettive alberghiere ed extralberghiere dell’Emilia Romagna viene rilevato dall’Osservatorio sul Turismo Regionale con una metodologia che prevede oltre alla rivalutazione periodica delle statistiche ufficiali (che si riferiscono ai dati obbligatori ma parziali degli esercizi alberghieri e ad una quota marginale del comparto extralberghiero), anche la stima, in tempo reale, dell’andamento turistico. Tale stima viene elaborata attraverso le indicazioni fornite da un Panel di oltre 3.000 operatori di tutti i comparti dell’offerta turistica regionale insieme a vari riscontri indiretti, come i dati relativi alle uscite ai caselli autostradali, agli arrivi aeroportuali, ai movimenti ferroviari, alle vendite di prodotti alimentari e bevande per l’industria dell’ospitalità, ai consumi di energia elettrica ed acqua, fino alla raccolta di rifiuti solidi urbani.

Info: www.aptservizi.com

Leggi online le news sul web: con un click sei nel mondo dell'Ospitalità! 

a

 

 s

 

 

ok

 

 

 

 

 

 

cs

 

c

 

 

Joomla templates by Joomlashine