Si avvicina la regata Barcolana a Trieste, una festa della vela

xIl volto marinaro di Trieste svela, per la 49esima edizione, i suoi tratti nella Barcolana. Sedimenti profondi vibrano sospesi tra nostalgia e speranza quando si dice mare, quando si dice  barca, quando si dice porto.
Ma cos'è, la Barcolana? Competizione agonistica, festa, incontro tra anime di mare, celebrazione? Un sogno portato dal vento? La storia della Barcolana è una di quelle che non ti aspetti, perché in realtà nessuno conosce il vero ingrediente del successo di questo evento unico. La Barcolana è nata per caso, come una regata semplice e di fine estate, 44 anni fa.
La prima edizione, nel 1969, vide al via 51 barche, già tantissime per il numero di scafi a vela presenti nel Golfo di Trieste. La vittoria della prima Coppa d'Autunno andò al comandante Piero Napp, della Società Triestina della Vela: il suo Betelgeuse ancora non sa di essere diventato un vero e proprio simbolo, una pietra miliare nella storia della Barcolana.

La Barcolana è dunque tutto questo assieme, e molto di più: lo  si  capisce guardando dentro  la regata, e scoprendo la sua ricchezza interiore, la sua anima è stata modellata da tante storie di uomini di mare, autentiche, incredibilmente vere. Per  tutti  gli  appassionati  di  mare e di vela, per  chi  non  vuol  perdersi  uno  spettacolo  unico  al mondo,  l'appuntamento  si  svolge  a  Trieste, dal 29 settembre all’8 ottobre. Alla  partenza  si  trovano  sotto  il  Faro  della Vittoria poco meno  di duemila barche, portate dai timonieri che animano i circuiti mondiali della vela, da regatanti per passione e da croceristi, tutti  stregati da un evento  al  quale ogni uomo di mare, almeno una volta, sente l'impulso di partecipare.
xMonfalcone partecipa alla Barcolana, e lo fa in maree a terra. Si parte dall’aspetto sportivo, illustrato oggi alla Società Velica Oscar Cosulich in occasione della festa di uno dei decani della vela isontina, Tullio Sain, che ha compiuto 88 anni, festeggiato dai presidenti dei circoli monfalconesi, alla presenza del sindaco Anna Cisint e del presidente della Società Velica di Barcola e Grignano, Mitja Gialuz.
Il compleanno di Sain è stata l’occasione per ripercorrere la storia della vela isontina e della Barcolana - in cui Sain ha sempre avuto un ruolo nell’ambito di Comitato di Regata e Giuria - e per presentare le iniziative monfalconesi collegate alla regata. «Ogni anno - ha dichiarato il presidente della Svbg, Mitja Gialuz - sono più di cento gli armatori monfalconesi presenti: una flotta di appassionati velisti cheall’alba della seconda domenica di ottobre lascia gli ormeggi per approdare sul campo di regata e partecipare alla grande festa della vela. Quest’anno, tra i nostri obiettivi c’è quello di coinvolgere di più Monfalcone e l’isontino e da qui nasce la sinergia con il Comune di Monfalcone e con i circoli della zona».

Monfalcone sarà protagonista in Barcolana con un’iniziativa turistico-culturale, inserita nel calendario degli eventi collaterali della Barcolana, dal titolo “Un tuffo fra l'Isonzo e il Timavo: Monfalcone, storia, arte e mare”: mercoledì 4 ottobre sarà attivo un servizio di collegamento gratuito tra Trieste e Monfalcone, il “Barcolana Bus”, che farà tappa alle Terme Romane per una presentazione storica del sito, alla mostra fotografica sulla storia della cantieristica allestita insieme alla Fondazione Fincantieri e al Museo della cantieristica dove saranno esposte le opere di Marcello Mascherini. Al termine del tour i partecipanti saranno accompagnati in una visita guidata, organizzata insieme a Fincantieri, all’interno dello stabilimento di Panzano fino alla nave in costruzione.
xIl Comune di Monfalcone metterà inoltre in palio una coppa per festeggiare e valorizzare il primo monfalconese classificato alla 49.a edizione della regata.
«Il litorale Monfalconese è diventato nel tempo il polo italiano più importante per concentrazione di aziende impegnate nella produzione della nautica da diporto, di centri velici e porti nautici. Per questo essere presenti nel contesto della Barcolana è per noi motivo di orgoglio e riconoscimento del territorio - ha dichiarato il Sindaco di Monfalcone, Anna Maria Cisint - Monfalcone è, nell’immaginario comune,la città dei cantieri, ma noi vogliamo che sia conosciuta per tutte le sue peculiarità e la Barcolana è occasione per farci conoscere con azioni di promozione territoriale».
Barcolana intanto sta organizzando il proprio calendario: dieci giorni di festa a terra e in mare, e tanti premi, vantaggi e regali agli armatori che parteciperanno alla regata: «Le iscrizioni alla Barcolana - ha continuato il presidente Gialuz - sono già aperte on line e, viste le tante richieste, abbiamo deciso dianticipare al 21 settembre le iscrizioni nella sede della Società Velica di Barcola e Grignano. Nei prossimi giorni, proprio a Monfalcone, apriremo la nostra campagna di promozione dedicata agli armatori, che troveranno nel pozzetto delle proprie imbarcazioni un gadget, con le informazioni per partecipare alla regata, ma soprattutto il lunghissimo elenco di gadget, premi e vantaggi dedicati agli iscritti, perché quest’anno chi si iscrive alla Barcolana ha già vinto, visti i tantissimi regali che abbiamo predisposto per gli armatori».


Info: 
www.barcolana.it

Leggi online il nuovo web, ricco di notizie: con un click sei nel mondo dell'Ospitalità!

a

 

 

ok

 

 

 

 

 

 

cs

 

c

 

 

Joomla templates by Joomlashine