Eventi- Fiere

Da Vinitaly parte la sfida della prossima politica agricola comune

aInaugurato ieri a Verona Vinitaly, il più importante salone italiano sul vino giunto alla 51ª edizione. «Vinitaly ha segnato l’agenda di governo sull’agricoltura del Paese e continuerà a farlo. E come avevo fatto in passato proprio qui, da dove insieme ai vertici di Veronafiere e al mondo agricolo e del vino ci ponemmo il tema del Testo Unico del Vino, della dematerializzazione dei registri digitali, del piano sull’internazionalizzazione e dell’agenda digitale, oggi mi prendo l’impegno, annunciando che entro la fine di luglio avremo la prima bozza del testo del Codice agricolo unico».

Leggi tutto: Da Vinitaly parte la sfida della prossima politica agricola comune

Ultra-Trail Via Degli Dei: da Bologna a Fiesole lungo La “Flaminia Militare”

aL’Ultra Trail Running, specialità della corsa a piedi che si svolge in ambiente naturale, approda a Bologna con la prima edizione dell’ ULTRA-TRAILVIA DEGLI DEI, corsa in ambiente naturale da Bologna a Fiesole. L’evento in programma alle 22:00 di venerdì 2 giugno 2017 è stato presentato nel corso dell’incontro che si si è svolto a Bologna alla presenza di OSVALDO PANARO, Capo Dipartimento Economia e Promozione della Città di Bologna, RICCARDO CAVARA, Presidente Associazione sportiva ULTRA TRAIL VIA DEGLI DEI, organizzatrice della gara, ROBERTO DE BENEDITTIS, Responsabile nazionale Atletica Leggera ACSI, ENRICO VEDILEI, Commissario tecnico nazionale italiana 24 ore pista e strada, FRANCESCA BIAGI, Appennino Slow, SABRINA GIRELLI, creatrice della medaglia di partecipazione, CESARE AGOSTINI , scrittore con la passione per la storia e archeologia scopritore  assieme a FRANCO SANTI della “Flaminia Militare” , antica strada romana che ospiterà il passaggio dei concorrenti italiani e di altri paesi.

Leggi tutto: Ultra-Trail Via Degli Dei: da Bologna a Fiesole lungo La “Flaminia Militare”

50 anni di vino italiano a Vinitaly 2016

aSono trascorsi circa cinquant’anni da quando nelle affascinanti sale del palazzo della Gran Guardia nel cuore storico di Verona si sono svolte le Giornate del vino italiano: primo evento - non solo italiano, ma anche europeo - dedicato al vino in un’ottica diversa dalle tradizionali mostre-mercato. Tema della manifestazione era la neonata legge sulle denominazioni dei vini: il fatto che il primo intervento legislativo finalizzato alla qualità del vino italiano sia del 1963 indica con chiarezza l’abisso che separava la nostra vitivinicoltura da quella di altre nazioni come la Francia che a tale traguardo erano giunti decenni e decenni prima. D’altronde in quegli anni caratterizzati da un consumo medio pro-capite elevato (circa il doppio di quello attuale) mancava una diffusa cultura del vino e la produzione tendeva a macinare primati quantitativi, peraltro in linea con una società in cui il vino per un’ampia fascia della popolazione rappresentava un alimento di primaria importanza.

Leggi tutto: 50 anni di vino italiano a Vinitaly 2016

In Val d’Aosta tra montagne, mercatini e cultura

aAffascinanti per la bellezza sempre unica dei panorami e la tipicità dei prodotti sono i mercatini di molte località alpine, anche se spesso durano solo uno o due giorni, salvo l’eccezione di Aosta. In Val d’Aosta, sotto la protezione delle vette che superano i quattromila offrendo al solo vederle grandi emozioni a chi ama la montagna il calendario dei mercatini è molto ricco. Superato Pont San Martin, si sfiora senza quasi mai fermarsi una delle più straordinarie e imponenti opere di difesa militare: il Forte di Bard, ormai dismesso essendo reso inutile dalle moderne tecnologie militari e adibito a sede museale ‘Museo delle Alpi’ che attraverso 29 sale esplora la montagna sotto gli aspetti naturalistico, geologico, antropologico e meteorologico, o le nove sale de ‘Le Alpi dei ragazzi’ in cui i giovani visitatori possono simulare una scalata al Monte Bianco dalla preparazione al raggiungimento della vetta, o un itinerario che con documenti e ricostruzioni anche in 3D ripercorre la lunga storia di questa fortezza che risale al VI secolo d.C.

Leggi tutto: In Val d’Aosta tra montagne, mercatini e cultura

In autunno torna la magia del tartufo bianco d’Alba

vL’autunno ‘in Langa’ è affascinante per colori e profumi: indimenticabile è vederla dal cesto di una mongolfiera che si libra lenta e leggera a un’altezza ‘umana’ da cui si possono godere gli splendidi panorami delle colline disegnati dalle viti, dai tetti rossi delle case e dai campanili che svettano tra le piante e dai particolari dei borghi e delle cascine. Non è un caso che dal 22 giugno 2014 circa 11.000 ettari comprensivi di 29 comuni delle provincie si Cuneo, Asti e Alessandria abbiano avuto il riconoscimento di Patrimonio dell’Umanità da parte dell’Unesco per il paesaggio vitivinicolo, ma in realtà l’area coinvolta è molto più ampia comprendendo anche altri 75.000 ettari circa con un centinaio di comuni, cioè l’area di protezione di quel “paesaggio culturale” (frutto dell’alleanza tra natura e uomo, positiva ed efficace quando quest’ultimo rispetta la prima) che ha motivato la decisione dell’Unesco. 

Leggi tutto: In autunno torna la magia del tartufo bianco d’Alba

Pagina 3 di 4

Leggi online le news sul web: con un click sei nel mondo dell'Ospitalità! 

a

 

 

ok

 

 

 

 

 

 

cs

 

c

 

 

Joomla templates by Joomlashine