Vini e prodotti

Alto Adige Wine Summit a settembre per immergersi nel mondo dei vini altoatesini

xPur essendo una regione vinicola relativamente piccola per superficie, con 5.300 ettari coltivati, l’Alto Adige ha saputo conquistarsi un posto di tutto riguardo in ambito nazionale e internazionale grazie all’altissima qualità e alla varietà della sua produzione, dove spiccano eccellenze come il Pinot Grigio, il Gewürztraminer e lo Chardonnay tra i bianchi e il Lagrein e il Pinot nero tra i rossi.
Il 22 e il 23 settembre presso il MEC Meeting & Event Center Alto Adige Fiera Bolzano, è in programma la prima edizione dell’Alto Adige Wine Summit, manifestazione nata sotto l’egida del Consorzio Vini Alto Adige (composto attualmente da 155 aziende vinicole che producono più del 99% dei vini Doc del territorio) e completamente dedicata al vino altoatesino. La kermesse è rivolta sia agli esperti che agli appassionati, e coinvolgerà anche un pubblico internazionale di settore: in programma non solo semplici degustazioni, ma anche tanti eventi per chi vuole conoscere meglio l’universo vinicolo altoatesino in tutte le sue sfaccettature.

Leggi tutto: Alto Adige Wine Summit a settembre per immergersi nel mondo dei vini altoatesini

Amarone di Valpolicella: una filosofia e un’arte

aLa genialità italiana non è rappresentata solo dalle creazioni dei grandi artisti, o dalle scoperte e invenzioni degli scienziati, quanto piuttosto dalla capacità dei singoli, con o senza studi o cultura, di saper percepire che qualsiasi evento negativo può essere trasformato in un successo, con un po’ di fortuna e molte capacità. È quanto è avvenuto per l’Amarone della Valpolicella. L’Amarone, che in questi ultimi decenni ha conquistato il mercato internazionale, non ha la tradizione antica di molti dei suoi competitor italiani ed esteri e probabilmente in un altro Paese non sarebbe mai nato.

Leggi tutto: Amarone di Valpolicella: una filosofia e un’arte

Un weekend in compagnia dello chef in Toscana

aC'è un angolo di Toscana che riscuote sempre più l'interesse di gourmet, appassionati di food & wine e intenditori alla ricerca dei sapori tradizionali e delle tipicità del territorio. Siamo nella Valle del Serchio, la parte della regione stretta tra le Alpi Apuane e l'Appennino Tosco Emiliano che si estende dalla piana di Lucca alla Garfagnana, lungo il bacino del fiume Serchio.

Ed è qui che, all'interno di un parco naturale di 600 ettari che va dai 280 ai 1.100 metri di altitudine, si trova il Renaissance Tuscany Il Ciocco Resort & SPA, punto di riferimento per tutti coloro che viaggiano “di gusto” alla scoperta della zona e delle sue eccellenze artistiche, culturali e naturalmente enogastronomiche.

Leggi tutto: Un weekend in compagnia dello chef in Toscana

Candidatura Unesco per le Terre del Prosecco Superiore

aLe Terre delle Colline di Conegliano e Valdobbiadene (terra del Prosecco Superiore) stanno mettendo a punto la loro candidatura a Patrimonio Universale dell’Umanità, riconoscimento assegnato dall’UNESCO. Esso vuole essere un riconoscimento solenne alla capacità dell’uomo di saper cogliere l’essenza di un territorio e alla caparbietà di aiutarlo ad esprimere prodotti di straordinaria eccellenza, agendo anche in situazioni estreme, all’apparenza impossibili, pur di liberare le potenzialità nascoste, e quindi inespresse, dei luoghi.

E’ un riconoscimento all’amore quotidiano per una terra e un ambiente unici per storia, tradizione e bellezza. Valori insiti in queste colline ma che l’intuizione ed il lavoro di generazioni di uomini hanno fatto emergere, svelandole. Un luogo che ha dato il nome ad uno dei più popolari vini al mondo, il Prosecco, un bianco diffuso nei 5 continenti e esportato in oltre 80 Paesi.

 

Leggi tutto: Candidatura Unesco per le Terre del Prosecco Superiore

Troppo sale negli alimenti italiani. In Umbria nasce la salsiccia del benessere

sGli italiani consumano troppo sale con conseguente aumento della pressione arteriosa, principale causa di infarto, ictus e altre patologie. Per favorire la riduzione del consumo di sale l’Umbria si orienta verso la produzione di salumi a basso contenuto di sale e non solo. Per far fronte ai pericoli dell’eccessivo consumo di sale e dimostrare che è possibile coniugare gusto e salute, dall’Umbria è partito il progetto della “salsiccia del ben..essere!!”, un’iniziativa realizzata nell’ambito del programma di studio ed educazione alimentare “Città del ben…essere!!”, nato a Gubbio dalla collaborazione della Usl Umbria 1 con il Centro Studi Nutrizione Umana (Ce.S.N.U) con il patrocinio dell’Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica (ADI).

 

Leggi tutto: Troppo sale negli alimenti italiani. In Umbria nasce la salsiccia del benessere

Pagina 1 di 3

Leggi online le news sul web: con un click sei nel mondo dell'Ospitalità! 

a

 

 s

 

 

ok

 

 

 

 

 

 

cs

 

c

 

 

Joomla templates by Joomlashine