Itinerari Italiani

Ponti di primavera: grandi mostre nelle Città d’Arte dell’Emilia Romagna

aUna bella mostra e una romantica città d’arte: è il binomio perfetto per festeggiare il 25 aprile o il 2 giugno o uno dei prossimi week-end e ponti di primavera. Chi ha voglia di una vacanza di qualità troverà tante esposizioni aperte nelle Città d’Arte dell’Emilia Romagna: Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna, Ferrara, Ravenna, Faenza, Forlì e Cesena, Rimini. Incominciando da Bologna, Palazzo Fava ospita un’importante monografica di Edward Hopper (1882-1967), uno degli artisti più celebri del ‘900. In via Manzoni 2, fino al 24 luglio, con orario 10-20 ed ingresso a 13 euro (www.genusbononiae.it). Invece, a Palazzo Pepoli è aperta la prima grande retrospettiva, mai allestita, dedicata alla Street art: la mostra prodotta da Genus Bononiae è un modo originale e unico per i graffiti e murales nella New York degli anni ’70 e ’80 e per godersi un percorso di 250 opere che arriva fino al periodo contemporaneo. In mostra, oltre a Bansky, Cuoghi, Corsello, Blu, Dado, Rusty e per la prima volta in Italia la collezione donata nel 1994 dal pittore statunitense Martin Wrong al Museo della Città di New York. Via Castiglione 8, con orario 10-20 ed ingresso a 13 euro. In questo periodo Bologna è anche la capitale europea dell’Egitto Antico: al Museo Civico Archeologico prosegue con successo la mostra “Egitto. Splendore millenario” fino al 17 luglio 2016, con orario 10-18.30 ed ingresso a 13 euro. Il 2016 è inoltre un anno di celebrazioni per il comune Bologna che festeggia i 900 anni dalla fondazione. Fra gli appuntamenti c’è la mostra al Museo Civico Medioevale: “Bologna 116. Dalla Rocca Imperiale alla città del Comune” con un percorso illustra i primi momenti della nascita del comune. Domenica 27 e Lunedì 28, con orario 10-18.30 ed ingresso 5 euro (www.nonocentenario.comune.bologna.it).

Leggi tutto: Ponti di primavera: grandi mostre nelle Città d’Arte dell’Emilia Romagna

Le 15 spiagge più belle d’Italia secondo la classifica di Skyscanner

aLa nostra penisola, col suo snodarsi romantico di calette e baie paradisiache che punteggiano la costa, da nord a sud dello Stivale e poi a salire di nuovo, è il posto perfetto per godersi la bella stagione tra colori vividi, acque intense e profumi pungenti della macchia mediterranea dove c’è l'imbarazzo della scelta per le località balneari italiane e la varietà paesaggistica dell'Italia racchiuse nella classifica 2016 di Skyscanner sulle 15 spiagge italiane più belle.

Leggi tutto: Le 15 spiagge più belle d’Italia secondo la classifica di Skyscanner

Le città d’arte italiane destinazioni preferite per le vacanze di Pasqua

aSecondo un’indagine condotta da Hotels.comTM, uno dei siti leader nella prenotazione di hotel online, sono le città d’arte italiane le destinazioni preferite dai nostri connazionali per il weekend lungo di Pasqua, non a caso anche quest’anno sarà probabilmente Roma la destinazione più affollata a Pasqua. Le belle giornate primaverili fanno presto dimenticare l’inverno e riaffiora la voglia di passeggiare all’aria aperta, godendosi il sole e i meravigliosi monumenti della città eterna.

Leggi tutto: Le città d’arte italiane destinazioni preferite per le vacanze di Pasqua

Il promontorio del Gargano, eccellenza della Puglia, si promuove all’estero

a“Pugliesi nel mondo” è un progetto di cooperazione interterritoriale che ha il compito di promuovere il territorio pugliese anche attraverso forme di collaborazione con i Gal (Gruppi di azioni locale), l’Assessorato al Turismo della Regione Puglia ed altre organizzazioni, come Labe (Laboratorio dell’immigrazione) e società di promozione turistica come “In Media Event”. Tra i tanti territori della Regione Puglia, una delle poche realtà italiane che non sta conoscendo crisi in fatto turistico, c’è il promontorio del Gargano.

Leggi tutto: Il promontorio del Gargano, eccellenza della Puglia, si promuove all’estero

Parco Nazionale Gran Paradiso: un parco da Oscar

aTutela dell’ambiente e corretta fruizione turistica: queste le motivazioni alla base dell’assegnazione dell’Oscar dell’Ecoturismo di Legambiente al Parco Nazionale Gran Paradiso. Questo ente ha saputo ottenere importanti risultati in termini di sostenibilità ambientale nell’ambitoturistico grazie al Marchio di Qualità Gran Paradiso, strumento che l’ente Parco assegna a operatori del settore turistico alberghiero, artigianato e agroalimentare che si sono impegnati in un percorso di qualità e sostenibilità vantando di strutture sostenibili, produzioni rispettose dell’ambiente e della storia delle cinque valli del Parco, buone per la natura e per il consumatore.

Leggi tutto: Parco Nazionale Gran Paradiso: un parco da Oscar

Pagina 4 di 7

Leggi online il nuovo web, ricco di notizie: con un click sei nel mondo dell'Ospitalità!

a

 

 

ok

 

 

 

 

 

 

cs

 

c

 

 

Joomla templates by Joomlashine