Inaugurato il nuovo MAGI900, una passeggiata nell’arte dal ‘900 ad oggi

a

Il 28 novembre ha inaugurato a Pieve di Cento (Bologna) il nuovo MAGI900. Oltre seicento persone, per tutto il pomeriggio e fino a sera, hanno visitato i nuovi spazi del museo e la collezione d’arte del MAGI900, migliaia di opere allestite su una superficie espositiva di oltre novemila metri quadrati. Alla cerimonia ufficiale, insieme a Giulio Bargellini, fondatore del museo, sono intervenuti Patrizio Bianchi, assessore della Regione dell’Emilia-Romagna, gli storici dell’arte Luciano Caramel e Claudio Spadoni, la curatrice scientifica del MAGI900, Valeria Tassinari, e il sindaco di Pieve di Cento Sergio Maccagnani. Tra i presenti numerosi artisti, storici e critici d’arte, giornalisti, esponenti del mondo dell’impresa e tantissimi visitatori.

aLa nuova struttura dedica uno spazio importante ad artisti internazionali, ma soprattutto a numerosissimi artisti italiani di qualità a fianco dei grandi Maestri italiani del Novecento. “L’ampliamento del museo, il terzo in quindici anni – ha dichiarato Bargellini - è stata un’occasione molto importante, abbiamo finalmente portato a compimento l’idea che mi ha guidato in questi anni, prima come collezionista e poi come fondatore del MAGI900: valorizzare le eccellenze artistiche che fanno la grandezza della cultura del nostro Paese”. Prosegue ancora Bargellini, “oggi i musei d’arte si assomigliano un po’ tutti, perché cercano di rappresentare solo i nomi più noti a livello mondiale, trascurando tuttavia le eccellenze nazionali. In questo il MAGI900 aspira ad essere un museo differente, proponendo uno sguardo sull’arte aperto e plurale”.

aIl progetto del MAGI nasce da lontano, oltre vent’anni fa, quando Giulio Bargellini decide di dare vita nel proprio paese ad uno spazio espositivo recuperando il silo del grano del 1933. Da allora, il MAGI900 ha continuato a rinnovarsi nella consapevolezza che la promozione dell’arte va inserita all’interno di una rete libera, radicata nella propria cultura, ma aperta alla dimensione internazionale. “In questa nuova struttura infatti - spiega Valeria Tassinari, curatrice del MAGI900 - uno spazio importante è stato assegnato all’arte dell'Africa, all’artista sudafricana Esther Mahlangu, al colombiano Cesare Siviglia e alla nuova acquisizione dedicata alla Belle Époque con le illustrazioni di Ludwig Lutz Ehremberger, ampliando così le sezioni monografiche dedicate agli autori internazionali”. I nuovi spazi del museo appena inaugurati - insieme a quelli del 2000 e del 2005 - danno così vita a un percorso espositivo esteso e a disposizione del pubblico, una lunga passeggiata nell’arte dal Novecento ad oggi, per più di un secolo di storia e di grandi passioni.

Info: cell. +39 347 4240186, www.magi900.com

Leggi online le news sul web: con un click sei nel mondo dell'Ospitalità! 

a

 

 s

 

 

ok

 

 

 

 

 

 

cs

 

c

 

 

Joomla templates by Joomlashine