Cresce in India la qualità e la varietà dell’offerta alberghiera

  

iSe avete in programma un viaggio in India, ma non volete rinunciare alla comodità e al lusso, troverete ciò che fa per voi. In India si sta investendo molto, sia da parte di gruppi nazionali che di grandi catene internazionali. Ma naturalmente esistono soluzioni per tutte le tasche con alberghi di grande tradizione e a basso costo. Infatti tutte le località di interesse turistico offrono una buona scelta di sistemazione in hotel di varie categorie. Dalle fastose residenze dei maharaja trasformati in hotel, agli hotel di lusso delle maggiori catene internazionali. I marchi internazionali continuano ad avere richieste di investimenti alberghieri in India, ma negli ultimi tempi stanno iniziando a crescere anche gli operatori nazionali. I promoter locali sono sempre più convinti delle loro capacità di gestire alberghi con il proprio marchio, dopo anni di collaborazioni con i grandi brand mondiali.

 

In India i progetti di costruzione di nuovi alberghi stanno rallentando in virtù della riduzione dei finanziamenti al settore, per anni uno dei più beneficiati dalle banche. I promoter alberghieri indiani stanno dunque cercando nuove fonti di capitale cosa che probabilmente porterà alla creazione di maggiori fondi comuni di investimento immobiliare.

Limited service: anche in India, come in Cina, i marchi globali cercano di evitare gli accordi di franchising a favore di accordi di management contract. Tuttavia sono recentemente aumentati gli accordi di leasing in cui il gestore partecipa alla realizzazione dell’edificio per poi tenerlo in gestione con un contratto di management a lungo termine.

Full service e Luxury: il management contract è l’accordo prevalente in questi segmenti dell’offerta alberghiera che rimangono il riferimento per chi vuol fare sviluppo alla luce del bassissimo rapporto camere/popolazione e alla crescita dell’economia. Private equity e fondi strutturati stanno mostrando crescente interesse nei confronti del settore alberghiero, che in India ha ampi margini di sviluppo nella fascia alta del mercato e nei grandi insediamenti urbani. Marriott, Carlson e Accor sono i tre gruppi più attivi sul mercato indiano.i

E’ previsto che nei prossimi 5 anni gruppi alberghieri come Hyatt, Marriot e Intercontinental Hotels Group si espanderanno nel territorio indiano aprendo circa 58 mila stanze. A comunicarlo è l'Ice (Istituto per il commercio estero) secondo il quale Starwood Hotels ha pianificato di aprire 100 hotel, Marriott Hotels India ne aprirà 29, oltre agli 11 già presenti nel territorio, mentre Intercontinental espanderà la sua presenza con 40 hotel oltre agli 11 già presenti. Anche il gruppo indiano Sarovar Hotels ha progettato la costruzione di 20 hotel, alcuni già operativi da qualche anno; anche per Indian Hotels la crescita sarà notevole.

Gli alberghi

La classificazione ufficiale degli alberghi indiani corrisponde in modo abbastanza approssimativo alle reali valutazioni e aspettative di un viaggiatore europeo; ci siamo quindi permessi di stabilire una nostra classificazione e valutazione complessiva che raggruppa alberghi di standard assimilabili rispetto a comfort, servizio e ambientazione.

Per riassumere schematicamente ecco alcune indicazioni riguardanti l'offerta oggi disponibile.

Lusso: spesso appartengono a grandi catene alberghiere, si trovano nelle principali località e sono spesso ricavati da antichi palazzi e fortezze o residenze coloniali di lusso; possono anche essere costruzioni recenti e lo standard dei servizi offerti è comunque molto elevato; generalmente coniugano l’arredamento in stile ai comfort più moderni.

Alberghi classici: si possono classificare con uno standard simile ai nostri 4*, a volte con ambientazioni di charme e con un buon livello di servizio generale.

Alberghi “Heritage”: trasversali alle due categorie sopra indicate, gli hotel “heritage” sono ricavati da vecchie residenze di maharaja, principi locali o governatori inglesi dell’epoca coloniale. Alcuni di questi sono veri palazzi da mille e una notte e sono a tutti gli effetti alberghi di lusso, perché, oltre al fascino, offrono servizio e comfort adeguati a questo tipo di categoria; altri offrono un’atmosfera unica per l’ambientazione ma hanno un livello di comfort leggermente inferiore. Infine i più semplici sono per lo più residenze private e piccoli palazzi trasformati in alberghi, che riservano un’accoglienza calorosa e un’ospitalità sincera in ambientazioni veramente affascinanti, ma a volte lo standard dei servizi è abbastanza modesto. In generale è importante ricordare che la maggior parte di questi alberghi erano residenze abitative private e così sono state concepite e progettate, con camere diverse una dall’altra sia per dimensioni che per arredamento.

iAltri alberghi: nelle località più remote, e per alcuni degli itinerari meno frequentati da turisti e viaggiatori a volte ci si deve accontentare di soluzioni molto modeste; per quanto possibile queste caratteristiche vengono segnalate in modo chiaro per evitare spiacevoli sorprese.

Qualsiasi sia la categoria richiesta, non mancano alberghi in stile, siano essi le antiche residenze dei maharaja nel Rajasthan, o le case tradizionali e coloniali nelle regioni meridionali: infatti per un viaggio in India è opportuno a tutti di vivere per qualche giorno atmosfere e ambientazioni affascinanti anche durante le ore passate negli alberghi; a volte, inoltre, gli alberghi stessi rappresentano parte della storia del paese e caratterizzano il viaggio in modo significativo. 

 

 Info: www.incredibleindia.com / e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

 

E' online il nuovo web, pieno di notizie: con un click sei nel mondo dell'Ospitalità! Leggi l'ALBERGO

 

 

ok

 

 

 

 

 

 

cs

 

 

 

 

Joomla templates by Joomlashine