Alto Adige Wine Summit a settembre per immergersi nel mondo dei vini altoatesini

xPur essendo una regione vinicola relativamente piccola per superficie, con 5.300 ettari coltivati, l’Alto Adige ha saputo conquistarsi un posto di tutto riguardo in ambito nazionale e internazionale grazie all’altissima qualità e alla varietà della sua produzione, dove spiccano eccellenze come il Pinot Grigio, il Gewürztraminer e lo Chardonnay tra i bianchi e il Lagrein e il Pinot nero tra i rossi.
Il 22 e il 23 settembre presso il MEC Meeting & Event Center Alto Adige Fiera Bolzano, è in programma la prima edizione dell’Alto Adige Wine Summit, manifestazione nata sotto l’egida del Consorzio Vini Alto Adige (composto attualmente da 155 aziende vinicole che producono più del 99% dei vini Doc del territorio) e completamente dedicata al vino altoatesino. La kermesse è rivolta sia agli esperti che agli appassionati, e coinvolgerà anche un pubblico internazionale di settore: in programma non solo semplici degustazioni, ma anche tanti eventi per chi vuole conoscere meglio l’universo vinicolo altoatesino in tutte le sue sfaccettature.

Leggi tutto: Alto Adige Wine Summit a settembre per immergersi nel mondo dei vini altoatesini

I Viaggiatori d'affari: molto più produttivi grazie alle tecnologie

xSecondo il CWT Connected Traveler Study, pubblicato da Carlson Wagonlit Travel, i viaggiatori d’affari stanno utilizzando più dispositivi elettronici e si sentono più produttivi mentre sono in viaggio per lavoro. La survey condotta su oltre 1.900 business traveller ha rivelato che essi portano con sé in media quattro diversi tipi di device (telefono cellulare, tablet, computer portatile, ecc.), e che lo smartphone è indicato come “strumento di viaggio di cui non possono fare a meno”, dato che l’80% dei viaggiatori in tutto il mondo si affida proprio al telefono per portare avanti il lavoro. Per quanto riguarda l’Italia, i viaggiatori d’affari sono in cerca di opportunità. L’88% degli intervistati, infatti, cerca in modo proattivo occasioni per viaggiare - un dato di nove punti superiore a qualunque altro Paese in Europa - e l’83% trova stimolanti i viaggi di lavoro.

Leggi tutto: I Viaggiatori d'affari: molto più produttivi grazie alle tecnologie

Lungo le Antiche Vie dei Pellegrini, 14 “Cammini” in Emilia Romagna

xSono 14 le Vie dei Pellegrini - dalla Via Francigena, attualmente candidata al riconoscimento Unesco, alla Via Romea Germanica fino alla Via di San Francesco - che percorrono l’Emilia Romagna, collegandola a tutta Europa e a Roma, toccando antiche pievi, santuari, piccoli borghi e paradisi naturali per oltre 2000 chilometri di itinerari.   

Nel 2015 l’Emilia Romagna ha avviato il progetto “Turismo Esperienziale dei Cammini e delle Vie di Pellegrinaggio”, promosso da Apt Servizi in collaborazione con l’Assessorato al Turismo Regionale dando così vita a un Circuito regionale di 14 Cammini che coinvolge 24 operatori turistici altamente specializzati.

 

Leggi tutto: Lungo le Antiche Vie dei Pellegrini, 14 “Cammini” in Emilia Romagna

Perù del Nord: le civiltà andine prima degli Inca

xQuando nel 1533 i conquistadores spagnoli di Pizarro, accecati dalla bramosia di ricchezze trovate nell’agonizzante impero inca di Atahualpa, il mitico El Dorado, conquistarono Cuzco e uccisero l’ultimo figlio del sole, non posero soltanto fine all’unico stato unitario precolombiano sviluppatosi nelle Americhe e a una delle sue più originali culture, appunto quelle degli Inca. Misero anche fine a una storia autoctona, o quanto meno ne cambiarono profondamente il corso, una storia iniziata ben 32 mila anni or sono, ancora in piena preistoria, e che fa del Perù l’epicentro dell’evoluzione culturale dell’uomo nel nuovo continente.  A prima vista non sembrerebbero esserci i presupposti. Il Perù, grande quattro volte l’Italia, infatti è una nazione del Sud America occidentale affacciata per ben 2.250 km sul Pacifico, con tre nette fasce geografiche-climatiche-ambientali:  una pescosa costa arida e desertica, la regione montuosa andina con cime alte fino ed oltre i 6.000 m, e infine l’umida e intricata foresta amazzonica interna, condivisa con Brasile e Bolivia. 

 

Leggi tutto: Perù del Nord: le civiltà andine prima degli Inca

Argentina del Sud: dalla Patagonia alla Terra del Fuoco

fGrande quasi dieci volte l’Italia, lunga ben 3.500 km e larga fino ad un massimo di 1.400, l’Argentina si presenta ovunque come un paese di vasti orizzonti e di ampi respiri, non a caso ottava al mondo per estensione, e anche la nazione naturalisticamente più ricca e più varia dell’America meridionale. Spazia infatti dalle montagne dei mille colori e dal cielo cobalto nel nord-ovest andino, dominato dalla possente mole dell’Aconcagua, massima vetta americana, alle imponenti cascate dell’Iguazu nel mare verde della vegetazione tropicale, dalle immense pianure dove pascolano milioni di bovini sorvegliati da taciturni gauchos a cavallo, i moderni cow-boys del sud, alla regione alpina dei grandi laghi, ai ghiacciai perenni della Patagonia, schiacciati tra le Ande e l’Atlantico, dominati dalle cime aguzze del Fitz Roy e del Cerro Torre, sogno proibito di ogni scalatore, ai giganti marini della penisola Valdès, fino alle foreste incendiate di rosso dalla luce metallica della fine del mondo nella Terra del Fuoco, estremo baluardo meridionale del continente e delle terre emerse, dove si incontrano le acque di due oceani, Atlantico e Pacifico.

Leggi tutto: Argentina del Sud: dalla Patagonia alla Terra del Fuoco

Pagina 3 di 32

Leggi online il nuovo web, ricco di notizie: con un click sei nel mondo dell'Ospitalità!

a

 

 

ok

 

 

 

 

 

 

cs

 

c

 

 

Joomla templates by Joomlashine